Il futuro prossimo venturo usando uno spritz al posto della sfera di cristallo

cocktail-1542495_1920

Come tutti i giorni ho fatto il mio giro su internet per cercare di capire che cosa sta succedendo e imparare qualcosa di più sul globo in cui viviamo:

  • Corriere della Sera: check
  • Peter Schiff Radio: check
  • Bloomberg: check
  • Ansa: check
  • Sole 24 ore: check
  • Sky TG 24: check
  • CNBC: check

Ok, fatto il mio giretto. Oggi sono quasi felice: ho appena trovato lavoro dopo un lungo periodo di disoccupazione, e sto festeggiando al pub in cui vado tutti i giorni col mio fedele laptop di seconda mano. La cameriera mi ha chiesto:

“Would you like another coffee?”.

“Actually a spritz, please. I need to celebrate, I’ve just found a job!”

 “Congratulations!”

Eccolo   qui, in tutta la sua gloria: il più grande successo italico nel mondo degli ultimi anni dopo il Bunga Bunga e lo spread. A Islington ho visto una gigantografia di uno spritz che sarà stata alta una ventina di metri, in bella mostra sulla facciata di un palazzo.

Nel mio giretto notiziario quotidiano le previsioni sul futuro sono all’ordine del giorno: cosa succederà alla UE, cosa succederà all’Euro, come andrà a finire la Brexit, che combinerà Trump con la Corea del Nord…eccetera eccetera.

Rinvigorito dalla notizia del nuovo lavoro, in questo un impeto di individualismo auto contemplativo, mi cimenterò nella lettura del futuro: no no no…non previsioni; per quello guardate pure il Meteo: sto parlando di veggenza pura.

Ho cercato su Amazon e su EBay un modello convincente di sfera di cristallo, ma, a parte la bellezza dell’oggetto, nessuna certezza sul funzionamento. In mancanza d’altro userò il calice dello spritz qui davanti a me, che, per inciso, è già mezzo vuoto, cacchio.

Allora cominciamo. Fisso lo spritz; dalla condensa creata dal ghiaccio sul vetro del bicchiere iniziano ad apparire sconcertanti visioni dal futuro…

La questione dei migranti verso la UE si concluderà con un’abrogazione dell’accordo di Dublino, e da quel momento verranno limitati i movimenti secondari degli immigrati. I paesi del patto di Visegrad, oltre all’Austria e all’Italia, sospenderanno Schengen.

La Francia e la Germania saranno la promotrici della creazione di campi di prima accoglienza in Libia. L’Italia cofinanzierà l’iniziativa.

Lo spread dei PIIGS raggiungerà livelli critici, coinvolgendo anche la Francia. Verrà proposto il trasferimento di una parte dei debiti pubblici dei paesi membri dell’Eurozona in un bilancio federale, istituendo di pari passo le prime tasse federali.

I processi di entrata nella UE di Albania, Montenegro e Macedonia verranno sospesi a data da destinarsi.

Negli USA alcune grandi aziende riporteranno pessimi risultati, soprattutto nel settore automobilistico, tecnologico e nella vendita al dettaglio. Le azioni del settore finanziario seguiranno poco dopo. I principali indici azionari inizieranno a volgere seriamente verso il basso. I tassi interbancari saliranno.

Diverse grandi aziende dell’High Tech falliranno dal giorno alla notte, senza aver mai fatto un profitto in tutta la durata della loro attività.

Il dollaro comincerà a scendere per via dell’aumento vertiginoso del deficit della bilancia commerciale e del bilancio federale, il quale verrà stimato ben oltre il trilione di dollari.

La Fed taglierà i tassi e introdurrà il QE 4.

Il dollaro si svaluterà ulteriormente, creando forti pressioni inflazionistiche interne agli USA.

Il tasso di disoccupazione inizierà a salire vertiginosamente.

La Cina inizierà a vendere i bond americani in portafolgio mentre cercherà di salvare le maggiori banche del paese sommerse dal panico dei crediti deteriorati, fino ad allora ignorati.

Russia, Cina, Turchia ed Iran annunceranno la creazione di una nuova rete per i pagamenti interbancari, e creeranno un nuovo sistema valutario agganciato allo Yuan, che a sua volta sarà agganciato al prezzo dell’oro. Il prezzo dell’oro schizzerà verso l’alto di vari multipli, seguito dall’argento, con multipli ancora maggiori.

Il Giappone annuncerà modifiche costituzionali per avviare un riarmo su vasta scala.

La BCE annuncerà il lancio di un nuovo quantitative easing, con il mandato di comprare anche corporate bond bancari, ETF e metalli preziosi.

A quel punto lo spread con comincerà a calare sia per il QE che per l’aumento dei rendimenti tedeschi dovuti al salvataggio che la Germania dovrà effettuare su alcune banche tedesche. Il debito pubblico tedesco supererà il 100% del PIL. A seguito di nuove elezioni, i Cristiano Democratici Bavaresi formeranno un governo con la destra tedesca.

Il governo italiano cadrà a causa dei litigi tra Lega e M5S, i quali si accuseranno a vicenda per la mancata implementazione del reddito di cittadinanza e della Flat Tax e verranno sostituiti da un governo tecnico guidato da Cottarelli, con Padoan Ministro dell’Economia e Monti Ministro degli Esteri.

Il Governo sarà sostenuto da PD, Forza Italia e pezzi di Lega e M5S, i quali si uniranno in un nuovo partito di “responsabili”. Alcune delle maggiori banche italiane si uniranno in un unico gruppo e riceveranno aiuti governativi. Il debito pubblico si avvicinerà al 200%. Con l’approvazione della BCE, alcune emissioni di debito italiano verranno trasformate in rendite perpetue.

L’inflazione inizierà a salire anche in Europa, soprattutto per i generi alimentari e l’energia. Crollo del mercato immobiliare in tutta Europa.

Nel Regno Unito i Laburisti vinceranno le snap election e annunceranno una Brexit secondo il modello Norvegese.

La Russia lancerà un’offensiva militare contro l’Ucraina, annettendo l’intera parte orientale del paese. Nessuna resistenza da parte della Nato o dell’ONU,  a parte dichiarazioni di circostanza.

La Bielorussia si unirà volontariamente alla Russia. La Polonia e la parte occidentale dell’Ucraina si uniranno in una federazione.

Svezia e Finlandia entreranno nella NATO.

Gli Islamisti prenderanno controllo della Tunisia, con l’appoggio della Turchia.

Assad riprenderà pieno controllo della Siria.

I mondiali del 2022 in Qatar verranno riassegnati al Regno Unito.

E su questa nota, ho finito lo spritz, quindi anche i miei poteri soprannaturali.

Vedremo che cosa succederà realmente. In bocca al lupo a tutto il globo terracqueo.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s